Racchette da neve: info utili e consigli

Camminare con racchette da neve – o “ciaspolare”, se preferite – è una pratica antica trasformatasi negli anni in semplice attività da tempo libero.

Gradevole alternativa alla consueta giornata sugli sci, esplorare con le ciaspole rappresenta un modo di vivere la montagna sicuramente più posato, “lento” e soprattutto – per gli amanti del trekking – rilassante.
È un’esperienza votata alla contemplazione, non alla ricerca di adrenalina, e i paesaggi tra le alture sono l’ambiente perfetto per godere al meglio di questa necessità.
Non servono particolari capacità tecniche, basta la giusta attrezzatura, una buona condizione fisica e un po’ di voglia di avventura…

Ma cosa sono di preciso le ciaspole?

Sono “pianelle” con ramponi in acciaio che si agganciano al nostro scarpone (su caviglia e punta, in base alle necessità) permettendoci di “galleggiare” sulla neve attraverso un moto basculante.

Il materiale è di plastica rigida e resistente al freddo. Le dimensioni possono variare, così come il peso. La scelta tra le varie tipologie si basa molto sull’esperienza: se siete alle prime armi, è fondamentale lasciarsi consigliare.

E come devo vestirmi per “ciaspolare”?

Vestirsi a strati è una buona idea.
Le temperature sono molto basse, ma dobbiamo tenere conto che i nostri sforzi nell’avanzare sulla neve saranno importanti, di conseguenza tenderemo e scaldarci e sudare.
Gli scarponi vanno bene, ma attenzione alle calze: meglio indossare tessuti tecnici e il più possibile impermeabili. Una buona soluzione per restare asciutti è quella di indossare delle ghette.
Importantissimo guanti, cappelli e occhiali da sole, perché saremo circondati dal bianco.

Può essere pericoloso?

Ci sono tre regole importanti che dobbiamo tenere a mente:

1. Dobbiamo controllare sempre il meteo, prima di organizzare un’uscita;

2. È necessario conoscere bene l’itinerario: il senso dell’orientamento tende a diminuire, una volta che camminiamo sulla neve e abbiamo sotto gli occhi tonalità prevalentemente chiare;

3. Il freddo, al calare del sole, diventa un fattore: scegliamo bene l’arco di tempo nel quale vogliamo organizzare la nostra escursione.

Partendo da questi presupposti, renderemo la nostra esperienza molto più sicura, ad ogni modo consigliamo sempre di cominciare a praticare insieme a guide e/o esperti.

Le racchette ci aiutano?

Decisamente. Ci aiutano a mantenere l’equilibrio e ritoccano il ritmo della nostra camminata.

Quanto è stancante?

Il peso delle ciaspole e il ripetuto “sprofondare” sulla neve incidono sulla nostra prestazione. Conviene procedere per gradi, cominciare con percorsi più brevi per poi raggiungere la giusta condizione che ci porterà a solcare i percorsi che ci doneranno le maggiore soddisfazione.

 

Ecco fatto. In queste poche righe abbiamo cercato di riassumere le tematiche principali riguardanti il fare escursioni con le racchette da neve.

Se ti interessa approfondire e provare l’esperienza, dai un’occhiata all’offerta Best of Alps

Ospitalità e qualità in tutte le stagioni

Per vivere una vacanza piacevole e indimenticabile nella Valle del Cervino, scopri l’ampia gamma di attività e proposte organizzate dal nostro qualificato Team, in un contesto distintivo per servizi, accoglienza e qualità di vita.


Perché prenotare con noi?

  • Tour e attività selezionati
  • Miglior prezzo garantito
  • Qualità, esclusività e divertimento
  • Assistenza clienti disponibile 24/7

ut ultricies ut felis leo tristique